news
AAAarray(1) { [0]=> array(7) { ["id_immagine"]=> string(2) "38" ["immagine"]=> string(14) "fioriturec.jpg" ["immagine_originale"]=> string(1) "0" ["didascalia"]=> string(0) "" ["tipo"]=> string(1) "0" ["idnews"]=> string(2) "26" ["posizione"]=> string(1) "0" } }
Image
 

30/11/2015
Esiti del meeting del comitato scientifico internazionale

Grande successo ha ottenuto il Meeting del Comitato Scientifico Internazionale svoltosi a Foggia e nelle aree di progetto (ZPS Promontorio del Gargano, ZPS Paludi preso il Golfo di Manfredonia e ZPS Alta Murgia) dal 26 al 28 novembre scorso.

L’evento ha visto la partecipazione dei massimi esperti sulla Gallina prataiola a livello mondiale con la presenza dei professori delle università di Madrid e Barcellona Manuel Morales e Santiago Manosa, del professor Joao Paolo Da Silva dell’Università di Lisbona e di Soledad Centenera facilitatrice ed esperta del mondo conservazionistico spagnolo e dei referenti esperti in conservazione delle specie del Centro Studi Naturalistici e di BioPhilia .

I lavori hanno avuto inizio con il saluto dell’Architetto Stefano Biscotti, dirigente del settore ambiente della Provincia di Foggia e project manager del progetto LIFE, successivamente le attività svolte hanno riguardato la verifica della situazione progettuale e la realizzazione del I Workshop (in videoconferenza) relativo alla redazione del Piano d’Azione Interregionale per la conservazione della specie.

A questa videoconferenza hanno partecipato gli esperti nazionali sulla specie, i referenti di vari enti (Giovanni Zaccaria (Reg. Puglia), Vito Orlando (Reg. Basilicata), Vito Santarcangelo (Parco Regionale delle Chiese Rupestri del Materano), Fabrizio Bulgarini (WWF) Marco Gustin (LIPU), Sergio Nissardi e Carla Zucca (esperti della Sardegna) e i referenti del Centro Studi Naturalistici e di BioPhilia. Le attività di campo hanno invece riguardato i sopralluoghi, con gli esperti del comitato scientifico, nelle aree di progetto. Il 27 novembre, nonostante la pioggia incessante si è potuta verificare l’idoneità delle aree a mosaico di pascoli e coltivi dell’area pedegarganica e delle aree a pascolo dell’Oasi Lago Salso, il 28 la visita di campo ha riguardato le aree a pascolo e coltivi del Parco Nazionale dell’Alta Murgia accompagnati dai funzionari della Regione Puglia Antonio Sigismondi e Giovanni Zaccaria. Anche quest’area è sembrata agli ospiti internazionali di estremo interesse per la conservazione della Gallina prataiola nella penisola italiana.

La conclusione dei lavori ha riguardato tutte le attività da svolgere nell’ambito dell’azione per la ottimale realizzazione del progetto, con il rinvio alla primavera-estate 2015 del prossimo incontro del comitato scientifico. Corre l’obbligo di citare l’impegno profuso per la realizzazione dell’evento e delle attività da parte del partenariato progettuale, ma soprattutto la disponibilità dell’Ente Provincia di Foggia.

Image
Image gallery fotografica
Image